27/01/12

FUTURO





"... Caro Signor futuro
Della mia più alta considerazione:

Scrivo questa lettera per chiedere un favore.
Saprà scusare il disturbo.

No… non abbia paura… non che io voglia sapere. Deve essere un uomo molto richiesto, ci saranno molte persone che vorranno avere il piacere, ma non io.
Quando una mano zingara arriva a leggere il mio futuro, corro a gambe levate prima che possa commettere una tale crudeltà.

Eppure voi, signore misterioso, siete la promessa che i nostri passi perseguono cercando significato e destino. Ed è questo mondo, questo mondo e non un altro mondo, il posto dove ci aspetta. Per me, e molti che non credono nella divinità che promettono vita nei lontanissimi alberghi dell’aldilà.

E qui sta il problema, Sr. Futuro. Il mondo si sta esaurendo. I violenti lo calciano come se fosse una palla. Giocano con esso i signori della guerra, come se fosse una bomba a mano, e i voraci lo spremono come se fosse un limone. Di questo passo, temo, prima o poi il mondo non sarà altro che una pietra morta che gira nello spazio, senza terra, senza acqua, senza aria e senza anima.

Ovvero Sr. Futuro, chiedo, chiediamo, che non si faccia sfrattare. Per restare, per essere, abbiamo bisogno che lei resti e continui ad essere. Che ci aiuti a difendere la sua casa, che è la casa del tempo.

Ci faccia questa cortesia, per favore. Per noi e gli altri, ed altri che seguiranno, se ci sarà un seguito.

Cordiali saluti,

Un terrestre ... "

Ci sono bambini che non possono scartare il loro giocattolo di natale, ci sono famiglie che non  faranno il cenone e il pranzo di natale, ci...